Manifesto

L’Economia Spiegata Facile nasce come progetto di divulgazione apartitico con il solo scopo di diffondere le basi della macroeconomia al grande pubblico.
La necessità per l’odierna società europea ed italiana di riappropriarsi della conoscenza di ciò che più di ogni altra cosa influenza oggi la nostra vita; ovvero l’economia, sta alla base del progetto di questo sito.

Dopo numerosi anni di divulgazione proposta prima attraverso filmati su Youtube e successivamente nei social network e sul territorio italiano con conferenze aperte a tutti, abbiamo sentito la necessità di creare un blog che permettesse, a coloro che sono interessati anche soltanto episodicamente a dire la propria, di raccontare l’economia.


Premessa

Economia Spiegata Facile (ESF) è una piattaforma web e social di coordinamento e discussione, libera e democratica, che nasce dall’iniziativa di attivisti sensibili alle tematiche macro-economiche e di economia politica all’interno dell’eurozona.

I tre principali obiettivi di questo progetto sono:

  • divulgazione online
  • divulgazione sul territorio
  • creazione di proposte

Il gruppo ha un carattere divulgativo e non deliberativo. Ci proponiamo di informare attivisti, eletti nelle istituzioni e semplici appassionati sulla vera natura della crisi dell’Eurozona, abbattendo la disinformazione che ci circonda, inclusa quella che accidentalmente talvolta arriva ai nostri portavoce.

A differenza di quanto qualcuno sostiene, ESF ritiene che una posizione critica, sia sinonimo di coerenza e trasparenza, ma non di scissionismo, manie di grandezza e simili amenità.

Sono ammesse integrazioni e suggerimenti a supporto di eventuali tematiche economiche espresse dai lettori, sempre tenendo presente che questo Progetto nasce anche con l’intento di contribuire all’evoluzione culturale-costruttiva del cittadino.


 

In questo Progetto Aperto si accettano tutte le persone che ne chiedono l’iscrizione, indipendentemente da provenienza e credo politico o religioso, purché non siano portatrici di interessi lesivi verso alcuno.

 

Finalità

Il progetto ESF è stato avviato per divulgare la visione keynesiana dell’economia. La rappresentazione ‘macro-economica’ è il punto di vista con cui questo Progetto intende fornire il proprio contributo all’attivismo politico all’interno del panorama nazionale.

In questo Progetto di studio e di lavoro volontario si analizzano le cause, le conseguenze e le possibili soluzioni per il raggiungimento di politiche economiche e sociali che mirino alla piena occupazione ed alla salvaguardia dei diritti sanciti dalla Costituzione Italiana come il diritto al lavoro, allo studio, alla salute, ecc..

ESF vuole informare correttamente i suoi utenti.

Ci piacerebbe molto essere portatori della Verità Assoluta, essere perfetti … ma ci limitiamo a ricercare con onestà le possibili soluzioni argomentando le nostre affermazioni con il ricorso a studi autorevoli che mettiamo in relazione con l’attualità politica, sociale ed economica nella quale ogni Cittadino è immerso-sommerso.

Dobbiamo anche ammettere che sovente presentiamo soluzioni che possono apparire anticonvenzionali rispetto al pensiero [unico] dominante.

Gradiamo che le conversazioni qui trattate (post e commenti) rispettino la politica e gli obiettivi del Progetto medesimo. Riteniamo che una corretta divulgazione sul tema macro-economico sia di importanza capitale e vada oltre il mero discorso di opportunità politica.

«Non vi può essere vera libertà senza la giustizia sociale, come non vi può essere vera giustizia sociale senza libertà» – Sandro Pertini (antifascista, partigiano, membro della Costituente, 7° Presidente della Repubblica Italiana).

 


Regolamento interno del Progetto Economia Spiegata Facile

Vecchi e nuovi utenti sono pregati di attenersi alle seguenti regole

  1. Appena entrati nella piattaforma è utile leggere gli articoli ed i messaggi che vi circolano, così da rendersi conto dei temi già trattati.
  2. Seguite per quanto possibile un approccio scientifico alla divulgazione.
  3. Argomentate le vostre tesi con i dati e con citazioni di siti/paper ritenuti rilevanti.
  4. Evitate affermazioni di supponenza o da professoroni. Per dirla più semplicemente: i pontificatori ed i custodi della verità assoluta trovano di certo migliori/idonee platee altrove e qui non sono accettati.
  5. Dai fini di questo lavoro esulano le discussioni sui processi alle intenzioni, sulle trame che stanno dietro le decisioni dei politici, sul futuro del sistema produttivo basato sul petrolio e similari. Certamente sono argomenti interessanti e meritevoli di approfondimenti, ma che esulano dai nostri obiettivi di ricerca delle cause prettamente economiche della crisi e delle soluzioni da proporre, sia in un’ottica immediata che di medio-lungo periodo.
  6. Per ovvie ragioni di correttezza è vietato fare spamming o pubblicità a meri fini propagandistici di ogni altra realtà associativa, movimento, blog, setta religiosa, ecc. anche qualora tratti tematiche simili alle nostre. Gli articoli di approfondimento economico provenienti dalle realtà affini sono invece ammessi. Facciamo divulgazione, NON facciamo i furbi! Per un’onesta cooperazione tra realtà affini contattare gli Amministratori per concordarne le modalità.
  7. Non sono graditi i link puri, che dovrebbero essere sempre presentati da un ‘commento accompagnatore’ che comunichi l’opinione di merito dell’utente e/o che ne confermi la pertinenza. Viene tollerata l’assenza del ‘commento accompagnatore’ solo ed esclusivamente se il link è altamente ed evidentemente significativo. I link ad articoli in cui le fonti dei dati non sono citati sono passibili di eliminazione da parte dei Moderatori.
  8. Scrivere i messaggi in MAIUSCOLO equivale ad URLARE e così viene inteso dagli utenti. Non ne sarà tollerato l’uso immotivato.
  9. Non siate intolleranti con chi commette errori sintattici o grammaticali, cercate di cogliere il senso dell’argomento ed a quello rispondete.
  10. Ogni pensiero e tesi sostenuta va supportata con argomenti logici. Sono assolutamente vietati gli atteggiamenti da tifoserie da stadio o fideistici tout-court.
  11. Le discussioni su questo gruppo servono per imparare ed ampliare le proprie conoscenze, quindi gli argomenti di chi la pensa diversamente devono essere visti come una forma di arricchimento e non come una sfida nella quale prevalere per ‘avere ragione’. Quindi il linguaggio deve essere dimassimo rispetto ed apertura nei confronti dell’interlocutore.
  12. L’insulto, la maleducazione, la denigrazione ed il turpiloquio sono assolutamente vietati. Evitare di generare FLAME (vedi glossario in fondo) in questo spazio pubblico. Per le diatribe personali servitevi dei messaggi privati.
  13. Rimanete in tema all’oggetto del post-articolo. Se vi discostate troppo dal tema iniziale aprite un nuovo TOPIC (argomento-post).
  14. Evitare di pubblicare in bacheca messaggi d’interesse unicamente privato. In oltre sarà ritenuto OT il mero richiamo alle attività che non facciano riferimento ai temi macroeconomici e di politiche comunitarie.
  15. I commenti ed i post evidentemente OT (OFF TOPIC-fuori tema) verranno cancellati.
  16. Quando si pongono domande, con un post o con un commento, leggere con attenzione le risposte e gli eventuali link di approfondimento suggeriti da altri utenti o dai Moderatori. Insistere, dimostrando chiaramente di aver rifiutato spiegazioni e consigli di lettura ricevuti, fa scattare lo ‘stato di allerta’ dei Moderatori ed eventuali loro interventi a tutela della discussione in atto, degli altri utenti e del Gruppo.

 


 

Codice Etico dei rapporti nel Progetto Economia Spiegata Facile

(ispirato al codice Ubuntu) 

Siate premurosi  

Il lavoro svolto da tutti i volontari costituisce la base per futuri progetti, sia propri che altrui. Per questa ragione è importante che ogni decisione presa sia valutata attentamente anche nelle possibili conseguenze.

È altresì importante che ogni lavoro sia improntato alla massima chiarezza ed efficacia comunicativa con l’obiettivo delle piena fruibilità da parte di utenti, attivisti e Cittadini Eletti.

Siate rispettosi

Gli attivisti scelgono di mantenere un comportamento corretto fondato sul rispetto dell’impegno altrui, ben sapendo che un ambiente sereno e la propensione al dialogo permetteranno a tutti di dare e ottenere i migliori risultati.

Siate collaborativi

In ogni gruppo/comunità ci si trova a confrontarsi con differenti punti di vista, siano essi tecnici o politici. Ogni attivista si deve impegnare a non perdere di vista l’obiettivo principale ed a risolvere costruttivamente i conflitti in cui venisse a trovarsi.

Chiedere non costa nulla

Quando non si conosce qualcosa la prima cosa da fare è guardarsi intorno, verificare se altre persone abbiano già posto una domanda simile e leggerne le eventuali risposte. Se le domande vengono poste nel luogo e nel modo appropriato, risposte pertinenti e documentate non tarderanno ad arrivare da parte di attivisti, esperti ed utenti.

Permettere di proseguire

Chiunque che non riesca più a seguire un progetto in cui si era volontariamente inserito, si impegna a fornire tutto il materiale su cui ha lavorato per permettere ad altri di proseguire e sviluppare quanto fatto a quel momento.

Proposte di Collaborazione

Chiunque condivida gli obiettivi e desidera offrire un proprio contributo può

mandare una mail a staff@economiaspiegatafacile.it per offrire la propria disponibilità indicando:

  1. nome cognome, e-mail, contatto Skype, telefono ecc
  2. descrizione della personale Proposta di Collaborazione per il raggiungimento degli obiettivi condivisi
  3. il tempo giornaliero/settimanale che si è disposti a dedicare al Progetto
  4. le proprie competenze specifiche da mettere a disposizione del Progetto
  5. la macro-area di lavoro prescelta: economia, politica, comunicazione, coordinamento

Criteri di inserimento a supporto del lavoro di ESF:

1.    competenze professionali

2.    volontà di cooperare operativamente

3.    tempo dedicabile al progetto

 


In questo blog ogni autore si prende la responsabilità di ciò che scrive e ne risponde di fronte ai lettori, infatti anche le critiche sono bene accette se vanno a comporre un quadro di reciproco rispetto di costruttivo confronto.

Così agli articoli di base, corredati spesso dai filmati che hanno reso visibile questa idea, abbiamo deciso di affiancare i contenuti degli utenti che si ritengano preparati in materia, sotto forma di articoli e disamine indipendentemente da credo politico o ceto sociale.

Quindi la suddivisione nelle tre aree principali che andranno via via creandosi sono le seguenti:

Econo-mia: divulgazione dei concetti di base economici come da nostra tradizione;

In pratica: in questa sezione affrontiamo temi più tecnici e stringenti offrendo soluzioni applicabili a casi specifici sparsi sul territorio italiano – intervengono esperti di tutt’Italia;

–  XXI Secolo: trattazioni degli aspetti legati al nostro futuro condite da teorie, proposte e soluzioni.

Ci proponiamo di produrre materiale di qualità che prende la parte di quella fetta di popolazione (la stragrande maggioranza dei cittadini) a cui è stato reso difficile comprendere come gli eventi, in particolar modo legati alla cessione della sovranità politica ed economica, abbiano vanificato decenni di progresso anche in ambito sociale e culturale.

Nella sezione “Papers” sono disponibili contenuti scaricabili che vanno dalla semplice divulgazione alle proposte teoriche offerte da attivisti italiani. Nel tempo abbiamo aggiunto contenuti più tecnici frutto della collaborazione con gruppi parlamentari che oggi stesso sono oggetto di proposte ufficiali discusse e caldendarizzate.

La nostra collaborazione con i parlamentari e la nostra opera divulgativa VENGONO SVOLTE VOLONTARIAMENTE e in maniera totalmente gratuita.

L’Economia Spiegata Facile prende le parti della flebile voce eurocritica – tra i primi in Italia – lasciando al mainstream il megafono del pifferaio magico che ha saputo condurre le folle allo schianto.

Il nostro impegno rimane di tipo volontario e gratuito che speriamo continui ad essere oggetto di interesse (e anche di critica) da parte di un pubblico che negli anni si è fatto via via sempre più vasto.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail