Econo-MiaVideo

VIDEO – AQUARIUS, LE CINQUE BUFALE CHE NESSUNO (O QUASI) SMENTISCE

5 bufale su Aquarius

Aquarius, le cinque bufale che nessuno (o quasi) smentisce.

Ecco le bufale montate dall’informazione (e dalla contro informazione) sul fenomeno dell’immigrazione che Salvini ha deciso di mutare stoppando le navi delle ONG.

Con il dovuto distacco vorrei esprimere alcune impressioni in merito alla questione Acquarius.
Lo so che non è il modo corretto di cavalcare la notizia, ma visto che non faccio questi video per mestiere preferisco fare le mie osservazioni dopo che la melma si è sedimentata, benché a scapito di qualche migliaio di visualizzazioni.

Lo faccio perché più se ne è parlato e più anche la contro informazione o i canali ufficiosi hanno alimentato un bel po’ di bufale invece che sgonfiarle.

Attenzione, l’argomento viene qui trattato in modo politically Scorrect (lo so che si dice incorrect, ma così suona meglio).

Ma ci sono altre ragioni che mi spingono a parlarne dopo che è massata la mareggiata di news su Aquarius.

E soprattutto perché così facendo, invece di sovrappormi a tutti gli altri, dicendo le stesse cose, vedrò di farvi riflettere su una visione differente rispetto alle analisi degli altri.

Mi pesa occuparmi di questo argomento ma, facciamo un bel respiro e via, cercando di fare in fretta.


Via cona la bufala numero uno

Al primo posto troviamo le intelligenti impressioni di Saviano che avrebbe scoperto che i 5 miliardi di euro che spendiamo nell’accoglienza dei migranti a noi non costano nulla.

COME SE CE LI REGALASSERO.

Miracolo piddino, quando si tratta dei migranti i soldi crescono sugli alberi. Ma per i terremotati no.

Caro Saviano, sono tutti soldi che pesano sul nostro groppone anche se non vengono conteggiati tra le spese in deficit, perché sono spese che paghiamo di tasca nostra.

E poi c’è la grande novità della scorsa settimana!
Presto finirà il quantitative easing i tassi di interesse aumenteranno facendo costare di più tutta le spesa pubblica.

COMPRESA LA SCORTA DI SAVIANO.

EVVAI!!!

 


Bufala numero due

I grafici usati alla buona!

Sono girati un paio di grafici molto interessanti.
Uno riguarda il numero di rifugiati che l’Italia accoglierebbe a confronto con quelli accolti da altri Paesi europei.

In questa speciale classifica ovviamente noi, nonostante siamo una delle principali mete degli sbarchi, figuriamo ultimi.

 

grafico dei rifugiati in Europa

 

Innanzitutto per rifugiati si intende una ben precisa categoria di soggetti e non equivale a migranti.

Questo grafico è stato utilizzato per evidenziare come in realtà l’Italia sia tra gli ultimi Paesi interessati dal fenomeno rifugiati facendo più o meno eco agli appelli boldriniani sulla necessità di nuove risorse.

Spero che ormai tutti sappiate che lo status di rifugiato ha uno specifico valore.

Il giorno successivo girava quest’altro grafico, fonte Ministero degli Interni, usato per smontare la propaganda penta-fascio-leghista incentrata sulla famosa quota del 8% di rifugiati. Cosa per altro confermata dal grafico.

Ebbene se andate a controllare, tutti gli spicchietti colorati del grafico, diversi da quello ciccione in rosso, dimostrerebbero che in realtà, sì li chiamiamo in modo diverso, ma di fatto i rifugiati sarebbero ben il 42%.

 

rifugiati in Italia

 

Insomma decidetevi, stiamo accorgliendo disperati oppure no?
Non è carino che le stesse fonti di “informazione” abbiano usato due argomenti che si smentiscono fra di loro per fare propaganda spiccia.

Non vi sembra una cosa un tantino artificiosa?

 


E veniamo alla numero 3

Quello sui dati inerenti i reati degli stranieri sul suolo italico.

Secondo un articolo del sole 24 ore i reati ad opera di stranieri in Italia si attestano intorno al 30%.
Ciò sta a significare per gli immigrazionisti che, meno male che ci sono gli stranieri.

Questo articolo mi è stato proposto in alcune chat in cui si dibatteva in tema Aquarius.

Ora, usate tutti gli argomenti che volete per carità, ma poi dovrete trovare argomenti seri quando il penta-fascio-leghista di prima vi farà osservare che, beh, senza stranieri in Italia i reati scomparirebbero come per magia di un terzo tondo tondo.

PUFF!

Ma soprattutto il dato vi si ritorcerà contro quando lo confronteranno con il dato sulla popolazione straniera residente in Italia: poco più del 8%!

E a proposito di popolazione carceraria, con appena l’8% di stranieri in Italia, questi rappresentano il 1 detenuto su 4.
Non male davvero come harakiri.

 

immigrati e reati

 

E non si calcolano i reati ad opera dei minori che non finiscono in carcere, come per esempio l’ultimo bambino rom che vi ha svaligiato l’appartamento*.

Questo significa che gli stranieri che arrivano in Italia sono tutti delinquenti?

Assolutamente no.

Ma significa che se vieni in un Paese con il 40% di disoccupazione giovanile, laureati inclusi, forse hai buone possibilità di vederti scendere a patti con il crimine con il semplice scopo di sopravvivere.

Vero, i dati sulla delinquenza non dovrebbero essere analizzati per razza, fede religiosa o credo politico, bensì attraverso l’analisi dei ceti sociali, ma questa affermazione non ha mutato nel frattempo le statistiche sulla disoccupazione.

Comunque vi consiglio di cambiare strategia persuasiva.


 

ECONOMIA SPIEGATA FACILE FA INFORMAZIONE LIBERA
SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE

E da oggi puoi fare una donazione anche cliccando sul pulsante PAYPAL presente sul banner del canale YouTube.

 

 


Numero 4!

Si aggancia alla numero 2, ovvero alla classifica dei Paesi a maggiore tasso di importazione di immigrati.

Ricordate la posizione della brava Germania? Sì, sempre loro. Con oltre l’8% rappresentano oltre il triplo della nostra solidarietà.

Peccato però che il fenomeno migratorio non venga gestito come una pesca di beneficienza in cui ti capita quel che capita.

Infatti se da un lato la Germania ha spinto per bloccare le orde di migranti dalla Turchia, disposta a contribuire alla spesa della solidale Europa di tre miliardi al democratico Erdoan, dall’altra importa dalla Siria laureati, ingegneri (vi ricordano niente le parole: intelligenza aritficiale, algoritmi, robotica, industria 4.0?) e medici.

Non proprio il profilo medio delle lucciole sui viali italiani o degli spacciatori nigeriani dediti a squartare le clienti

Intanto in Grmania ingegneri e dottori in cambio della salvezza delle loro vite lavorano sotto costo.

Questa, in termini poco corretti politicamente, si chiama selezione della razza.

 


E infine, bufala numero 5

Aquarius era sicura o no?

Salvini dice di sì, le ONG dicono forse, gli immigrazionisti GRIDANO DI NO.

Ma mentre tutti si spingono a fare analisi sulla filiera dell’immigrazione, NESSUNO, ma proprio nessuno, va a vedere il primo anello della catena.

Così, mentre ai cittadini vengono imposti i costi per gli standard di accoglienza da albergo a 4 stelle le ONG possono andare a pescare disperati su chiamata con delle bagnarole che galleggiano a malapena.

Non sarebbe più logico pensare che ci vadano ben attrezzate di tutti i comfort? Invece no.
Perché, visto che vanno lì apposta?

Forse sarebbe il caso che si desse lo stesso risalto ai tanti naufraghi in terra ferma che si trovano fra imprenditori, disoccupati, anziani e sfruttati sul lavoro che ci circondano.

Ma a proposito di questo se volete contribuire alla sopravvivenza di questo canale da oggi potete fare una piccola donazione quando vi avanzano venti secondi cliccando sul bottone in alto a destra.

Se solo la metà degli iscritti a questo canale donasse anche soltanto un euro al mese, Economia Spiegata Facile potrebbe dedicarsi esclusivamente a voi.

DONATE! DONATE! DONATE!

CONDIVIDETE! CONDIVIDETE! CONDIVIDETE!

Bene brava gente con questa ci salutiamo, ma prima di lasciarci ecco il quizzone di economia spiegata facile. Un modo leggero di riempire il vostro tempo e fare durare di più questo video dal titolo CHI L’HA DETTO?

Se volete quizzare in anteprima, senza aspettare la prossima pillola del martedì, seguite il profilo Instagram di economia_spiegata_facile.

Alla prossima puntata.

 


IL VIDEO

 

 


fonti

DATI SUI ROM: http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2018/06/18/ACbgXwbE-rapporto_associazione_italia.shtml

I DATI SULL’IMMIGRAZIONE: http://www.libertaciviliimmigrazione.dlci.interno.gov.it/sites/default/files/allegati/dati_asilo_2017_.pdf

IN LIEVE CALO I REATI DEGLI IMMIGRATI: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-09-28/reati-stranieri-l-allerta-viminale-091713.shtml?uuid=AEHr3naC

DATI SULLA POPOLAZIONE CARCERARIA IN ITALIA:

https://www.google.it/amp/s/welforum.it/quanti-gli-stranieri-italia/amp/

https://www.istat.it/it/immigrati/prodotti-editoriali/criminalità

https://www.google.it/amp/amp.ilsole24ore.com/pagina/AEHr3naC

https://pagellapolitica.it/dichiarazioni/7992/immigrazione-e-criminalita-i-numeri

Carceri, 56mila detenuti nel 2016. Uno su quattro straniero

https://www.istat.it/it/archivio/153369

Carceri, 56mila detenuti nel 2016. Uno su quattro straniero

IMMIGRAZIONE SELETTIVA IN GERMANIA:

Post collegati

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.